Regista e direttore artistico - Teatro dei Venti

Stefano Té

Background

Culture

Pionieri dell’Invisibile

Stefano Tè, Vittorio Continelli e Francesco Chiantese

“Quando Enrico Partisani mi ha proposto di curare un programma radiofonico ho pensato al pretesto giusto per poter incontrare/radunare la comunità a cui appartengo, in una modalità nuova e di poterla raccontare e provare così ad estenderla. Una comunità che si raccoglie attorno alla pratica teatrale, fatta in gran parte di pionieri, invisibili, alla ricerca dell'invisibile. Maestri, artigiani, artisti, spettatori, testimoni. Un tempo da dedicare ai pionieri dell’invisibile ed ai loro paesaggi […]



Stefano Tè è regista e direttore artistico della compagnia Teatro dei Venti.
Si occupa di regia, drammaturgia e pedagogia in ambito teatrale, organizzazione e progettazione di eventi e festival, e pedagogia e produzione in ambito sociale.

Su Cosmic Fringe Radio con “Pionieri dell’Invisibile“, un incontro settimanale per parlare di teatro, per immergersi in nuove e antiche drammaturgie, e per scoprire grandi maestri rimasti in ombra, grazie anche a curiosi interventi di operatori del settore.

 


Il Teatro dei Venti  è una compagnia teatrale attiva dal 2005 nella creazione di spettacoli e nella realizzazione di progetti che accostano creatività e comunità in funzione di una efficace coesione sociale. Con i suoi lavori è stata in tournée in Italia e all’estero, in Francia, Polonia, Serbia, Croazia, Spagna, Romania, Lituania, Germania, Montenegro, Argentina, Taiwan, India. Realizza progetti permanenti presso la Casa di Reclusione di Castelfranco Emilia e la Casa Circondariale di Modena, in collaborazione con il Coordinamento Teatro Carcere Emilia-Romagna. Sempre in ambito sociale promuove progetti di Cooperazione Internazionale (Mozambico, Serbia, Senegal) e nel campo della Salute Mentale in collaborazione con DSM-DP dell’ASL di Modena. Dal 2012 cura l’organizzazione di Trasparenze Festival e Residenze, con lo scopo di dare voce alla creatività contemporanea, ai linguaggi della scena teatrale indipendente e alla valorizzazione dei nuovi spazi.  Attualmente è impegnata in tre progetti finanziati da Creative Europe, finalizzati alla produzione artistica e alla creazione di buone pratiche di teatro in ambito sociale a livello europeo.
Tra i partner principali ci sono il MIBACT, la Regione Emilia-Romagna, ATER Fondazione, il Comune di Modena, la Fondazione di Modena, Arci.

Premio Rete Critica 2019, categoria progettualità/organizzazione, per Moby Dick.
Premio Ubu 2019 per l’allestimento scenico di Moby Dick.
Moby Dick spettacolo dell’anno per Krapp’s Last Post, Last Seen 2019.
Rate it

Art DirectorSpeaker

CONTACT US

0%